Vincere il cancro con auto-ironia e forza d’animo

Superare il trauma del cancro sdrammatizzando e con determinazione

Lo ha fatto Jennifer Hayden con il suo libro “La storia delle mie tette”.

vincere-il-cancro

La Storia

Jennifer Hayden ha avuto la forza di fermarsi, di riflettere su tutto ciò che le è accaduto e di mettere su carta la sua storia. Lo ha fatto in una veste insolita, creando un libro con la forma di una “graphic novel”, ovvero un testo che si è servito di vignette per raccontare la storia della protagonista. Jennifer inizia il suo racconto partendo dalla sua adolescenza, quando il seno, per lei ragazzina minuta e filiforme, era qualcosa di molto simile ad un miraggio.

Racconta dell’invidia provata per le amiche che ne erano provviste, descrive i suoi goffi tentativi di apparire più grande usando il palliativo di alcol e fumo come “testimoni” di una finta maturità, per ingannare il suo sentirsi inadeguata. Il racconto si snoda tra vignette dolcissime, per tratti e significati, fino ad arrivare alla descrizione del terribile momento in cui viene diagnosticato alla madre, un cancro al seno.

Il dolore della malattia e la forza di affrontarla ridendo

Questo evento la catapulta in un mondo completamente diverso. Ora, il seno, quell’attributo che lei tanto aveva desiderato durante l’adolescenza, si rivela portatore di problemi. Nel frattempo la sua storia va avanti. Trova un ragazzo che poi sposerà e dal quale avrà due figli, e mentre la sua vita scorre tra riflessioni e preoccupazioni, tra grinta e fantasia, dopo aver avuto il suo secondo filgio, anche a lei diagnosticano la stessa maattia della madre.

Ma Jennifer non è disposta a cedere. Ribalta la situazione e sceglie di sottoporsi ad una mastectomia totale, con l’asportazione di entrambi i seni. Nonostante questa scelta dolorosa, Jennifer non perde la sua forza, la sua ironia, il coraggio di sdrammatizzare e di trovare il buono in ogni circostanza.

Il dono e l’insegnamento

La sua storia illustrata è la “Storia delle sue tette” raccontata con semplicità, con curiosità, con leggerezza per ammonire se stessa e noi tutte che, le cose importanti della vita sono le più semplici, sono gli affetti, sono la condivisione e la presenza e non hanno bisogno di essere “manipolate” o “snaturate” ma accettate per come sono, rendendo loro l’importanza che hanno.

Jennifer ha avuto il coraggio di portare alla luce le sue paure, i suoi disagi, i suoi sogni, la sua stessa vita attraverso questa dolcissima trasposizione grafica. Una lettura semplice, a volte drammatica nel contenuto ma mai lontana dalla bellezza, dall’armonia e intrisa di tanto amore e dolcezza. Grazie a Jennifer per questa sua coraggiosa e terapeutica condivisione.

Un dono per tutte noi!

Consiglio la lettura a tutte le donne, ma anche ai loro compagni!

 

 

 

 

 

error: Content is protected !!